Bisogni occulti che ci governano

Hai mai pensato al fatto che potresti avere bisogni occulti che ci governano di cui non ti rendi conto consapevolmente?

Certamente sai che hai bisogno di comodità, cibo, più soldi, sentirti stimato, considerato e quant’altro.

Lo sai perché lo deduci razionalmente.

Ma cosa penseresti se ti dicessi che hai bisogni occulti che ci governano insoddisfatti che non percepisci e non sai neppure di avere?

Si chiamano bisogni inconsci.

In altri termini abbiamo bisogni che la nostra parte razionale della mente non soddisfa, verso i quali è portata anzi a difendersi.

Bisogni occulti che ci governano

Ad esempio: tutti quanti noi abbiamo il bisogno inconscio di vivere la sofferenza (ci serve per poter percepire il piacere), ma la nostra parte razionale che fa? Scappa verso il piacere e il bisogno inconscio di soffrire si comprime e aumenta dentro di noi.

Quando sei in tensione emotiva, stai soddisfacendo il tuo bisogno di espletare la sofferenza, ma ti rifiuti di vivere tale fastidio e scappi per ridurre la tensione e andare verso il piacere.

Quando hai paura, ti rifiuti di viverla mettendoti al sicuro, quando provi dolore lo tamponi immediatamente per evitarlo evitando che esso si espleti.

Mettiamola in questo modo: tu parte razionale convivi con il tuo inconscio, tu hai le tue regole e bisogni e lui ha le sue.

 

Tu vuoi il successo, ma lui il fallimento, tu vuoi una partner bella e sexy, ma lui si innamora di una donna piena di difetti.

 

Il tuo inconscio è il tuo opposto e vince sempre la partita nei confronti della tua parte razionale.

Il tuo inconscio ha una sua intelligenza emotiva e se non fai dei negoziati con lui dandogli ciò di cui ha bisogno lui ti scavalca senza pietà prendendosi il suo cibo.

Ma che centra tutto questo con la seduzione? Centra eccome! Quando interagisci con una persona entri in contatto con la sua parte razionale attraverso la comunicazione informativa, ma entri anche in contatto con l’inconscio di quella persona, che ha le sue regole e leggi ben precise.

Bisogni occulti che ci governano

l’inconscio del tuo bersaglio ti offre inviti a gratificarlo ma tu che fai? Pensi a gratificare la sua parte logica e non acquisisci ascendente psicologico.

Ad esempio: durante un banale dialogo, il soggetto sulla parola chiave “brutta” esprime un segnale di gradimento (si mordicchia le labbra o si accarezza i capelli).

Il suo inconscio ti ha segnalato un turbamento e si aspetta che tu lo possa stimolare invece tu che fai?

Cambi discorso mettendoti a parlare della tua squadra di calcio preferita o al massimo la rassicuri parlando di quanto lei sia bella (inverso di brutta) pensando di fare cosa buona e giusta.

Tutto sbagliato!

Allearti con l’inconscio del tuo bersaglio significa farla sentire brutta, tanto quanto necessita al suo inconscio andando contro la sua parte razionale.

Tanto più darai il servizio al suo inconscio tanto più otterrai rispetto e potenziale psicologico.

Chiaramente dovrai operare con delle piccole gratifiche per non portare il soggetto al cortocircuito.

Potrai usare le frasi chiave che lei stessa ti sottolinea mentre parla con la sua comunicazione non verbale, e tu andrai a costruire delle storie basate su quella frase chiave per coinvolgere a livelli profondi il tuo bersaglio.

Maggiori info in The tao of Badass.

Enjoy
Ilos